Il Regolamento per il Settore Tecnologico detta le regole generali relative al  riordino degli Istituti Tecnici (ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133), per la loro riorganizzazione e per il loro potenziamento, in attuazione del piano programmatico di interventi volti all’utilizzo delle risorse umane e strumentali per la maggiore efficacia ed efficienza del sistema scolastico.

Il Regolamento prevede la durata quinquennale dei persorsi degli istituti tecnici che si concludono con il conseguimento di diplomi di istruzione secondaria superiore e  la seguente organizzazione:

  • un primo biennio articolato, per ciascun anno, in 660 ore di attività e insegnamenti di istruzione generale e in 396 ore di attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo
  • un secondo biennio articolato, per ciascun anno, in 495 ore di attività e insegnamenti di istruzione generale e in 561 ore di attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo
  • un quinto anno articolato in 495 ore di attività e insegnamenti di istruzione generale e in 561 ore di attività e insegnamenti obbligatori di indirizzo.

 Secondo quanto è previsto dal Regolamento e in accordo con le indicazioni dell'Unione europea, l’identità degli istituti tecnici è caretterizzzata da una solida base culturale a carattere scientifico e tecnologico, i  cui percorsi di studio si articolano in un'area di istruzione generale comune e in aree d'indirizzo.

  • L’area di istruzione generale ha l’obiettivo di fornire ai giovani la preparazione di base, acquisita attraverso il rafforzamento e lo sviluppo degli assi culturali che caratterizzano l’obbligo di istruzione: asse dei linguaggi, matematico, scientifico-tecnologico, storico-sociale. 
  • Le aree di indirizzo hanno l’obiettivo di far acquisire agli studenti sia conoscenze teoriche e applicative spendibili in vari contesti di vita, di studio e di lavoro sia abilità cognitive idonee per risolvere problemi, sapersi gestire autonomamente in ambiti caratterizzati da innovazioni continue, assumere progressivamente anche responsabilità per la valutazione e il miglioramento dei risultati ottenuti.
FileDimensione del File
Scarica questo file (Regolam_tecnici_def_04_02_10.pdf)Normativa riordino degli istituti tecnici 123 kB

Sono attivi i seguenti indirizzi del settore tecnologico: 

INDIRIZZI DI STUDIO   ARTICOLAZIONE  QUADRI ORARI
 Quadro orario comune a tutti gli indirizzi tecnologici
 Chimica, Materiali e Biotecnologie    Biotecnologie ambientali  Chimica, Materiali e Biotecnologie
 Biotecnologie sanitarie
 Chimica dei materiali
 Elettronica ed Elettrotecnica   Elettronica ed Elettrotecnica  Elettronica, Elettrotecnica, Automazione
 Automazione 
 Informatica e telecomunicazioni  Informatica  Informatica e Telecomunicazioni 
 Telecomunicazioni
 Meccanica, Meccatronica ed Energia    Meccanica e meccatronica Meccanica, Meccatronica ed Energia  
 Energia